Monthsettembre 2018

Nasa Space Apps Vicenza 2018

Nasa Space Apps Challenge Vicenza 2018

We are proud and excited to host for the second time in Vicenza NASA Space Apps Challenge, an international 48-hour-hackathon intended to develop ideas, projects or innovative technologies designed for scientific exploration and aimed at finding useful solutions to face the major global challenges, which concern Planet Earth and us all.

THE WORLD NEEDS YOUR IDEAS

Part of the Open Government Partnership, Space Apps is an annual event that pulls citizens together regardless of their background or skill level. Don’t let the name fool you… it’s not just about apps! Tackle a challenge using robotics, data visualization, hardware, design and many other specialties! Inspire each other while you learn and create using stories, code, design and, most of all, YOUR ideas. Show us your problem-solving skills and share your talents with the world!

“Each and every human has experience, expertise, and a personal stake in increasing our understanding of our sole home planet. Citizen scientists and data enthusiasts all over the world are a massive untapped resource – we invite you to use NASA’s Earth science data and resources to help tackle the challenges of today and tomorrow”

NASA Earth Science Director, Michael Freilich.

WHO ORGANISES AND WHY?

Space Apps Challenge Vicenza is an initiative promoted jointly by Confartigianato Vicenza and the US Consulate General in Milan. There are many reasons for this collaboration: our city and the USA share an old friendship and numerous US citizens live, work and study in Vicenza.

WHERE WILL SPACE APPS VICENZA TAKE PLACE?

Space Apps Vicenza will take place inside the Basilica Palladiana, located in Piazza dei Signori (Vicenza).

Team members should bring their own software and hardware work tools.

The organization will not be held responsible for the use of illegal or unlicensed software by participants during Space Apps Challenge.

AVAILABLE OPEN HARDWARE ALLOCATIONS

Besides the materials and tools that the participants will bring with them, some development kits and a varied selection of sensors and actuators will be available (while supplies last). Click here to see the list

The microcircuits used during the design phase must be based on open hardware protocol.

WHO CAN PARTICIPATE?

This competition is open to individuals or groups of individuals residing in the European Union. Minors, under the age of 18 years old, need to fill out a consent form signed by their parents. (click here to download: 1 – the consent | 2 – GDPR consent

PANEL

Prototypes/projects will be evaluated by a multidisciplinary panel of experts. The projects evaluation will be based on the following criteria:

Impact: How much impact (quality and quantity) can this project have? Does it solve a big problem or a little problem?

Creativity: How creative is the approach? Is the project new and something that hasn’t been attempted before? Is it something that isn’t being addressed by the market?

Product: How well does this project fit the needs of the challenge it addresses? How user friendly is the technology? Is it a complete solution or does it have a long way to go?

Sustainability: How good is the plan for next steps? How prepared is the project team to continue their work beyond the event? Is the project organized in a way so others can take the project to the next level?

Presentation: How well did the team communicate their project? Are they effective in telling the story of the project and why it is important?

AWARDS

Local: courtesy of the organization, the three teams that will achieve the highest scores by the judges will be awarded with a cash prize:

♣ 1st prize: € 1.300,00

♣ 2nd prize: € 1.000,00

♣ 3rd prize: € 700,00

Global: Space Apps Global Judges will issue one award for 5 separate categories(1) Best Use of Hardware (2) Best Mission Concept (3) Most Inspirational (4) Galactic Impact and (5) Best Use of Data. The Judges will also nominate a number of projects to be considered for the People’s Choice Award. The winner of the People’s Choice Award is selected by a global popular vote–anyone, from anywhere, can vote on the project they believe best suited to receive the award.

Winners will be receive an invitation to attend a NASA launch (the dates have not yet been set, but will be based on launch schedules following Space Apps). Cost of travel to the launch is not included. All people attending the launch must be associated with the selected project as team members

LOGISTICAL ARRANGEMENTS

Once the competition has started, all the enrolled participants will not be allowed to leave the premises until the end of the competition on Sunday 21 October.

Should some competitors decide not to spend the night on the premises, they will have to inform the organisers during check-in on Saturday. They will be able to leave the Space Apps Challenge premises at 9pm on Saturday and will be able to enter the building again on Sunday at 8.00 am. Organisers and security staff will be on the premises at all times to ensure that all participants comply with the Regulation.

On Saturday, at check-in, each participant will be assigned a nametag badge. This badge must be worn at all times during the competition.

All teams will be assigned a specific workspace, which they must occupy throughout. It will be the team members’ responsibility to supervise their equipment and the materials and tools provided by the organisers

CATEGORIES
CAN YOU BUILD A…
People build things to support life on Earth, and to explore Space! We build buildings, airplanes, cars and rockets, computers, satellites, habitats, and a dizzying host of other things. If someone can think of it, or if someone needs it, then someone can probably build it – whether today or in the future. Challenges in this category will ask you to use NASA’s data to creatively solve problems and show how you would create a variety of things, from buildings, to robotic helpers, to tools for citizen science – the possibilities are endless!

HELP OTHERS DISCOVER THE EARTH
Understanding the field of science is central to living on Earth. For example: How does water move? How does our atmosphere work? Why are ice and snow important? And honestly, what is dirt? The Earth is composed of complicated systems – land, water, air, living things, and the planet itself – and understanding something about these systems is useful. Challenges in this category will ask you to craft something using NASA data – a story, a game, a video, or some other solution – that helps people discover how the Earth works.

VOLCANOES, ICEBERGS, AND ASTEROIDS (OH MY)
Our planet and solar system are full of surprises – good ones, and tough ones. The good ones are the ones we see as helping us, such as when a long-awaited rainstorm refills a lake or reservoir. We call the tough ones “disasters” – such as when that same rainstorm causes a damaging flood. What such events all have in common is that 1) they affect us; and 2) we would like to know ahead of time when they are coming, if we possibly can, so that we can prepare. Challenges in this category will ask you to analyze NASA data to help anticipate, monitor, and recover from (or make best use of!) surprise events.

WHAT THE WORLD NEEDS NOW IS…
Earth-dwellers need many things: food, water, clean air, shelter, and other things too – the list is long and diverse. What are those things? What does it take to sustain and improve life on Earth for all of its inhabitants? And what will it take, eventually, to do that on other planets? Challenges in this category will ask you to tackle problems affecting some important aspect of life in this world (or on others!), and to interpret NASA data and concepts creatively to help find solutions.

AN ICY GLARE
Green, blue, grey, and white: there’s a lot going on at Earth’s poles, and in the high mountain regions where it is cold. These parts of the world are important; what happens there affects not only the poles and high places and their inhabitants, but the whole planet. From ice sheets and glaciers, to ice caps, frozen ground, and oceans, Earth’s cold places are dynamic. This challenge category will ask you to use NASA data to better understand, monitor and interpret Earth’s cryosphere. (Oh, and just one more thing: ​there are other planets with cryospheres, too!​)

A UNIVERSE OF BEAUTY AND WONDER
Sometimes it is hard to take it all in: Space is filled with amazing things. Studying the stars, galaxies, and planets can tell us so much about the Universe – and looking at the Universe can tell us so much about ourselves. There is room for both study and for appreciation of the sheer beauty of it all, as anyone who has gazed at shooting stars in a night sky can attest. From our vantage points here on Earth, from the International Space Station, and from NASA’s telescopes, satellites, and missions to explore the solar system, we are learning so much – and there is still more to learn and to see. Challenges in this category will invite you to think hard and be creative about space science and exploration, whether your viewpoint is scientific, technologic, artistic – or all three!

REGISTER NOW

La stampa 3D nella meccanica: dalla prototipazione alla produzione rapida

Agenda dei lavori
Il seminario sarà diviso in tre momenti:

1. La simulazione in progettazione: stato dell’arte e ricadute in produzione.

Relatore Edoardo Rasia
In questa parte è illustrato il processo di progettazione assistito da procedure di simulazione dei carichi siano essi forze o di altro tipo, ad esempio termici. Le forme che ne derivano non possono essere prodotte che con la manifattura additiva. Un esempio delle possibilità che offre la Manifattura additiva è la possibilità di costruire oggetti di forme impossibili da produrre con le tecnologie tradizionali (macchine utensili, fusioni …) come possono essere le strutture reticolari che da molti anni sono state individuate dagli ingegneri come la soluzione
ideale per sfruttare al massimo il materiale riducendo il peso della struttura. Oggi i sistemi di simulazione consentono l’agevole progettazione di queste strutture che possono poi essere prodotte con la manifattura additiva.

2. La manifattura additiva: generalità e possibilità.

Relatori Daniele Valerio e Edoardo Rasia
Viene illustrata in generale il principio della manifattura additiva e le possibilità di realizzare oggetti con geometrie diverse, più complesse, rispetto alle tecnologie attuali.

Si vuole:
– ricordare molto velocemente la modalità di produzione della manifattura additiva, il confronto con le tecnologie tradizionali soprattutto sull’aspetto della produzione di lotti di una certa numerosità.
– Informare sulle applicazioni tipiche e sullo stato di validazione del processo in alcuni settori (ortopedia, aerospace…)

3. Casi Studio, Prototipi e altre realizzazioni, tecnologie della manifattura additiva: FDM, SLS, SLA,DLP,MJF.

Relatori Daniele Valerio e Edoardo Rasia
Carrellata sulle tecnologie attualmente in uso e le loro diverse interpretazioni date dai produttori di macchine, con indicazione dei principali utilizzi; in particolare si darà risposta alle domande Dove, Come, Quando e Perché è consigliato affiancare al processo di lavoro tradizionale la Manifattura Additiva
In questa sezione si vogliono indicare le tecnologie adottate dalle varie case costruttrici delle macchine e le differenze tra loro per dare modo agli intervenuti di farsi un’idea di quelle che sono le tecnologie a loro più congegnali.

4. Domande

Durante il seminario porteremo n.2 Stampanti 3D per interagire meglio con gli ospiti, si propone pertanto di invitare un paio di aziende che fossero interessate a inviare i disegni 3D di un loro prodotto (contenuto in un cubo di 150 mm di lato) a farlo, si produrrà l’oggetto con una delle tecnologie disponibili e se ne discuterà durante il seminario.

Prelibata Stories – Prodotti enogastronomici vicentini raccontati in Rete:
 nasce la collaborazione tra DIH Vicenza e Associazione AIFB

Per il consumatore un’occasione in più per conoscere prodotti tipici e locali della propria e delle altre regioni, la loro storia e quella di chi li produce; per le aziende un’opportunità per promuovere i propri prodotti oltre i confini locali e nazionali. Da qui la collaborazione avviata dal Digital Innovation Hub di Confartigianato Vicenza con Prelibata Stories, che si occupa di promozione e valorizzazione delle produzioni enogastronomiche, l’Associazione Italiana Food Blogger e The Italian Community of London, con l’obiettivo di “raccontare il cibo di qualità” e promuovere le eccellenze enogastronomiche locali.

In che modo è presto detto: una rete di food blogger e food writer specializzati, attenti alle risorse del territorio e attivi nella ri-scoperta della tradizione, utilizzeranno gli strumenti della comunicazione digitale per “avvicinare” consumatori sempre più attenti e consapevoli, che per le loro scelta non si fermano ai messaggi pubblicitari standard. In effetti chi oggi intende acquistare un prodotto enograstronomico dà molta importanza alla “narrazione” dello stesso, cioè a storie capaci di emozionare e dare significato di valore al protagonista. Attraverso lo storytelling quindi il consumatore non solo si avvicinerà al prodotto ma potrà anche creare un legame duraturo con l’azienda che questa potrà alimentare nel tempo dando modo ai clienti affezionati di raccontare la loro esperienza attraverso recensioni, commenti, condivisioni, e quindi alimentando la “narrazione”.

Prelibata Stories favorisce la ricerca dei prodotti per l’azienda, questo significa entrare con facilità nel mondo della vendita online attraverso la collaborazione con Amazon Made in Italy. Non solo, Prelibata Stories narra anche in inglese e questo offre alle aziende la possibilità di farsi conoscere nei mercati globali.
“Per Confartigianato Vicenza non si tratta della prima esperienza con Amazon: da due anni è attiva una collaborazione con il marketplace più conosciuto al mondo per portare nella vetrina “Made in Italy” le imprese associate. Ben 200 le aziende venete che hanno aderito a questa opportunità e 4000 i prodotti promossi (artigianato artistico, gioielleria fashion, completamenti d’arredo) – commenta Cristian Malinverni, presidente Confartigianato provinciale dei Ristoratori e regionale del comparto Alimentazione-. Tra queste aziende alcune vendono quotidianamente anche Europa, altre saltuariamente. In generale l’esperienza si rivela positiva, quindi abbiamo ritenuto di puntare sull’Alimentare perché è uno dei settori che meglio caratterizza il nostro Paese, che propone numerose varietà, che ben si presta (per la cultura e la storia che porta con sé) alla narrazione”.
“Le nostre imprese fanno riferimento come mercato al territorio su cui operano ma è indubbio che le abitudini a fare acquisti siano radicalmente cambiate per l’uso da parte dei giovani (clienti attuali e futuri) degli strumenti offerti dalla Rete – aggiunge Oliviero Oliveri, presidente dei Pasticceri di Confartigianato Vicenza-.  Gli acquisti attraverso i dispositivi mobile rappresentano, infatti, una quota sempre più rilevante nel settore. Per le aziende artigiane quindi la collaborazione con Prelibata Stories, che ha le competenze e la preparazione per favorire al meglio la promozione in Rete dei prodotti alimentari, rappresenta davvero un’occasione preziosa per chi realizza e produce prodotti legati alla propria terra, alla propria storia, e unici”.

“Negli ultimi anni i prodotti enogastronomici, espressioni dell’artigianalità locale, hanno avuto una notevole crescita come acquisto “souvenir” – aggiunge Paola Sartori per Prelibata Stories-. Nove turisti su dieci ritornano a casa con qualche prodotto enogastronomico in valigia e con esso portano a casa l’emozione della vacanza, l’identità del territorio, la bellezza, la storia del luogo e di chi lo vive.  Questo è l’obiettivo di Prelibata stories, essere il contenuto, il racconto, l’emozione dell’eccellenza degli artigiani per 12 mesi all’anno. Un prodotto non sarà semplicemente un buon prodotto ma sarà molto di più e potrà essere reperibile in loco ma anche on line, adeguandosi ai tempi e alle esigenze della vita moderna.  I nuovi media sono una grande opportunità se utilizzati in maniera strategica e professionale. Ecco perché Prelibata Stories, nata dalla collaborazione con Associazione Italiana Food Blogger, Confartigianato Vicenza e Italian Community Of London, non sarà una semplice voce ma diventerà un intero coro per il territorio e l’artigianalità e darà quella forza che individualmente è difficile da ottenere.”
“Chi scopre il buon cibo scopre anche un territorio e viceversa. In questo modo si va anche a promuovere le bellezze di un luogo favorendo il turismo, e anche questo è un aspetto da non trascurare”, conclude Anna Maria Anna Maria Pellegrino per l’Associazione Italiana Foodblogger.

Per informazioni contattare: m.pisanu@confartigianatovicenza.it

CINA: la Via della Seta è digitale

Scopri gli strumenti e le opportunità per le imprese del “Made in Veneto”

A CHI SI RIVOLGE: aziende manifatturiere interessate alla Cina, aziende dei servizi interessate al turismo inbound, aziende che desiderose di iniziare un percorso di internazionalizzazione al passo coi tempi
DURATA: 1 ora + aperitivo di networking

Siamo pronti a comunicare digitalmente con i milioni di potenziali clienti cinesi?

Durante l’incontro analizzeremo lo scenario digitale in Cina per capire come entrare nei mercati di questo grande Paese con un approccio innovativo, focalizzando l’attenzione sui canali, le barriere e le opportunità per le imprese del “Made in Veneto”.
Scopri tutto ciò che c’è da sapere sulle strategie di internazionalizzazione online per la Cina, attraverso per esempio l’utilizzo di WeChat, l’app di social networking più diffusa in Cina utilizzata da oltre 1 miliardo di cinesi 24 ore su 24 per fare praticamente ogni cosa (come pagamenti, acquisti, prenotazione di servizi o per sfruttare i molti servizi riservati alle imprese).

In particolare vedremo:
• Perché WeChat è così importante per una strategia di internazionalizzazione?
• Cosa sono gli Account Ufficiali WeChat, e quali opportunità offrono alle aziende?
• Qual è il ruolo dei Key Opinion Leader (KOL) in una strategia digitale internazionale?
• Come integrare i maggiori sistemi di pagamento digitali cinesi nella vostra strategia O2O (online to offline)

RELATRICE: Alice Di Diego (EGGsist – società di consulenza con sede a Pechino)